Una filiera tutta siciliana

Step 1

Step 1

Mungitura giornaliera in allevamenti siciliani selezionati e controllati

Step 2

Step 2

Raccolta giornaliera e trasporto in autocisterne ai due stabilimenti di Catania e Ragusa

Step 3

Step 3

Controlli in laboratorio e lavorazione accurata del latte fresco, UHT e dei prodotti derivati

Step 4

Step 4

Distribuzione immediata dei prodotti nei nostri punti-vendita

Cerca la qualità, leggi bene l'etichetta

 

Scegliere Sole, scegliere la Sicilia

  • Meglio i prodotti a Km 0

    I prodotti Sole nascono nella stessa area dove sono consumati, per cui le attività di trasporto sono ridotte al minimo, a tutto beneficio dell’ambiente.

  • Il valore della sicilianità

    Il latte fresco e UHT, le mozzarelle, la panna e le ricotte SOLE nascono in Sicilia, utilizzano latte siciliano e rispettano i tradizionali processi produttivi caseari locali.

  • 60 anni di tradizione

    Da 60 anni i prodotti Sole sono apprezzati e amati da milioni di consumatori, una tradizione che è la migliore garanzia della loro freschezza, bontà e genuinità.

  • 1

Ultime News

27
Lug2018

3 volte più Belli e Snelli

3 volte più Belli e Snelli

Arriva il formato tris per chi ama la mozzarella light Sole Belli Snelli, che si fa in...

12
Lug2018

Il latte Sole da oggi è anche BIO

Il latte Sole da oggi è anche BIO

Cresce la famiglia dei prodotti biologici Sole! Da oggi, oltre agli yogurt Bio, puoi gustare il latte...

09
Lug2018

Yogurt Sole, doppio strato, doppia bontà

Yogurt Sole, doppio strato, doppia bontà

Sole presenta i suoi nuovissimi yogurt preparati con cura e maestria da latte intero italiano al 100%.

08
Giu2018

Una filiera siciliana d’eccellenza

Una filiera siciliana d’eccellenza

La nuova campagna pubblicitaria estiva Sole racconta una filera d'eccellenza e siciliana al 100%

Sei buoni motivi per bere latte Sole

Vitamine

Qualità

Gusto

bottiglie pet

Provenienza

Garanzia

Sicurezza

Informativa Estesa

Questo sito non usa cookie di profilazione, ma solo di cookie tecnici, per cui non è obbligato a ottenere il consenso dell’utente, in quanto, come recita il garante:

resta comunque ferma la possibilità di utilizzare liberamente i cookie (o simili dispositivi) se questi sono utilizzati "al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio”. In questo caso, si parla di cookie “tecnici".

Vedi: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939

Evidenziamo anche che, come recita il garante:

mentre i cookie di profilazione, i quali hanno caratteristiche di permanenza nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, i cookie che invece hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, ai quali sono assimilabili anche i cookie analytics…, non debbono essere notificati al Garante

Vedi: http://garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3118884

La nostra società, per raccogliere informazioni circa l’utilizzo del proprio sito web, usa Google Analytics, che genera informazioni statistiche e di altro genere attraverso cookie assimilabili a quelli tecnici, memorizzati sui computer degli utenti. Google memorizzerà ed utilizzerà queste informazioni in base alla sua politica sulla privacy, disponibile qui: http://www.google.com/policies/privacy/

Visitando il nostro sito, si possono ricevere cookie da siti gestiti da altre organizzazioni (“terze parti”), in particolare dai social media, per la presenza dei cosiddetti “social plugin” per Facebook, Twitter, Google+, Linkedin, ecc. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L'utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network e comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative, e a cui si prega di fare riferimento. In ogni caso, come recita il garante:

nel caso in cui un sito consenta la trasmissione anche di cookie di "terze parti”…, l'informativa e l'acquisizione del consenso sono di norma a carico del terzo.

Vedi: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2142939

Qui di seguito gli indirizzi web delle varie informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.
Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514
Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security
Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/
Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

Per procedere con la consultazione del nostro sito senza modificare l’applicazione dei cookie, è sufficiente continuare con la navigazione. Se si desidera invece disabilitare l’uso dei cookie, è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer, impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Inoltre, la maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookie, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E’ possibile bloccare tutte le tipologie di cookie, o accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione “Opzioni” o “Preferenze” nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser, i migliori dei quali consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”. 

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9
Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

Chiacchiere di Carnevale

chiacchiere

Ricetta tradizionale delle Chiacchiere di Carnevale ...

CONTINUA

Tagliatelle yogurt bio e pesto

tagliatelle home

Con lo yogurt si possono preparare anche squisiti piatti di pasta ...

CONTINUA

La colazione ideale

Carboidrati 60%

 

Lipidi 20%

 

Proteine 20%

 

Ecco alcuni suggerimenti per una colazione ideale, ma ricordate che va personalizzata a seconda dello stile di vita, del sesso, dell'età e dello stato di salute: un medico o un nutrizionista possono dare consigli più mirati! Il latte dà il giusto apporto proteico e, se è fresco, contiene una carica probiotica che integra la flora intestinale. Inoltre con i suoi lipidi contribuisce al fabbisogno energetico e fornisce calcio, che, insieme a elementi come la vitamina D, é utile alle ossa. I carboidrati sono fondamentali, e quindi via con pane, fette biscottate, biscotti, frutta e marmellata. Infine, i bimbi (1-9 anni) hanno un fabbisogno energetico inferiore e maggiore bisogno di lipidi, per cui più latte e meno carboidrati e zuccheri!

Quando la mozzarella è autentica

Se è vero che la mozzarella è popolare in Italia, è anche vero che i metodi di lavorazione sono più di uno. Per distinguere la mozzarella che nasce dal cosiddetto schema classico, basta prestare attenzione all’etichetta, che deve riportare solo quattro ingredienti: latte, fermenti lattici, caglio e sale. Lo schema classico, adottato nella produzione di bocconi, bocconcini e perline di mozzarella Nuvoletta Sole, prevede rigorosamente l’uso del latte pastorizzato (quello di Nuvoletta proviene dai migliori allevamenti siciliani), l’aggiunta dei fermenti lattici e infine del caglio (agente enzimatico coagulante), che permette di ottenere la cagliata. Lasciata a riposare per qualche ora, in modo che i fermenti lattici possano agire, e dopo l’aggiunta del sale, la cagliata viene immersa nell’acqua bollente, successivamente viene tirata su la pasta fusa, fino ad ottenere un impasto omogeneo e lucido.

Quando la pasta assume la struttura filiforme, si può procede alla formatura delle mozzarelle, che vengono poi immerse in acqua fredda e infine sottoposte a salatura in salamoia.
Solo adesso la mozzarella è pronta per essere confezionata e distribuita nei punti-vendita e giungere sulle tavole dei consumatori, “lattosa” e profumata, pronta a donare quell’impareggiabile sapore che così bene sposa freschezza e morbidezza. 

Come orientarsi nei supermercati? Se volete gustare la mozzarella prodotta con il metodo classico, basta prestare attenzione all’etichetta e ai suoi ingredienti. Ricordate, inoltre, che i prodotti che nascono da una grande tradizione casearia, come quelli Sole, garantiscono qualità, sicurezza e bontà.

 
mozzarella senza lattosio

Facebook

Instagram

Contatti

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  800 216 680
 C.da Torrazze, Bianco Primosole 95121 Catania

Seguici sui social